2019-2021




PREMI NAZIONALI:
siamo felici di essere finalmente riusciti a premiare i lavori meritevoli per impegno, bellezza, creatività e significato, realizzati nell'arco di due tra i più complessi e difficili anni che la scuola italiana abbia vissuto.
La giuria giudicante si è trovata concorde nel rilevare una qualità notevole delle opere, sia tecnica che progettuale e nel constatare la grande 'regia' degli insegnanti delle Secondarie di Primo Grado, che hanno guidato i ragazzi, tra casa e scuola, in un percorso conoscitivo e espressivo intensissimo.
Per noi questo premio è un punto di arrivo importante e ci auguriamo che sia anche un punto di partenza per condividere insieme a tutti voi nuove strade da percorrere piene di creatività.


Pop beauty

VINCITORE NAZIONALE – Lazio

Pop beauty

I.C. Anzio III

Anzio, Roma

Insegnante: Claudia Rizzaro

Classe: 1B

Descrizione: Partendo dai numerosi ritratti di Andy Warhol, in particolare quelli di Marilyn Monroe, i ragazzi hanno pensato di realizzare un’opera dedicata ad alcune grandi opere della pittura italiana: la Venere di Botticelli, la Fornarina di Raffaello, l’Annunciata di Antonello da Messina, la Ragazza col turbante di Vermeer e la Dama con l’ermellino di Leonardo. I volti di queste cinque donne sono stati disegnati in cornici strette, come delle vere e proprie icone di bellezza, e ripetuti sulla superficie con variazioni di colore. Ne risulta un gradevole ed equilibrato effetto decorativo.

Ingrandisci l'opera >>


"Selfie"

VINCITORE NAZIONALE – Valle d’Aosta

Selfie

I.S. Eugenia Martinet

Aosta

Insegnante: Salvatore Cosentino

Classe: 3D

Descrizione: Queste due opere, realizzate a cavallo della pandemia, sono il risultato della collaborazione di alunni che si sono dati il cambio nel completamento del lavoro. Iniziate dalla III D 2019-2020 sono state completate dai ragazzi della III D 2020-2021 e sono il frutto di una scelta tra le opere e le correnti artistiche del Novecento. La nostra scelta è ricaduta su “La Reproduction interdite” di Magritte, che rappresenta, tra le altre cose, la crisi dell’Io e la necessità dell’Altro per potersi riconoscere. Oggi, invece, il Selfie diventa espressione dell’Io assoluto che non ha bisogno dell’Altro neanche per scattare una foto. “Io” riflesso nello schermo di un cellulare e replicato in mille modi sulla piazza virtuale è, per molti, l’unico parametro per dare significato al mondo.

Ingrandisci l'opera >>


NOI L'ARTE LA IMPARIAMO AL VOLO

VINCITORE NAZIONALE – Lazio

Noi l’arte la impariamo al volo

I.C. Piazza de Cupis

Roma

Insegnante: Graziella Zamarra

Classe: Ragazzi provenienti da tutte le classi

Descrizione: Le immagini di Escher, in cui un paese rappresentato in modo realistico si trasforma progressivamente in forme stilizzate, è alla base del progetto. A questa suggestione iniziale si è sovrapposto l’amore per l’Aeropittura degli anni ’30. Motore che dà il via alla composizione è la nostra scuola, un bellissimo edificio di epoca fascista; intorno il quartiere di Tor Sapienza. La veduta aerea della scuola e del quartiere dunque si trasforma: i palazzi diventano cubi e le strade raggi solari. I cubi inoltre sono luogo dove citare gli artisti a noi più cari: da Mirò ad Haring. Preponderante nella tavola è la presenza del cielo, che trova riferimenti puntuali nelle opere di D’Anna e Tatò. La tecnica è mista.

Ingrandisci l'opera >>


Lo dirò a Dio!

VINCITORE NAZIONALE – Campania

Lo dirò a Dio!

Scuola Secondaria di I Grado Dante Alighieri

Roccadaspide, Salerno

Insegnante: Grazia Rizzo

Classe: 3D

Descrizione: L’elaborato si è ispirato alla street art (si è divisa in mille modi: c’è chi usa gli spray, chi gli stencil, chi appiccica ai muri foto o poesie.) e ai murales che spesso ci colpiscono per i loro messaggi diretti. La classe si è dilettata a sperimentare una nuova forma di arte e con questa a lanciare un messaggio di denuncia che tratta della sofferenza della guerra sui bambini siriani.

Ingrandisci l'opera >>


Dalla realtà al sogno

VINCITORE NAZIONALE – Lombardia

Dalla realtà al sogno

Scuola Secondaria di I Grado A. Manzoni

Seregno, Monza-Brianza

Insegnante:
Ivana Giacomel

Classe: Laboratorio classi 2-3

Descrizione: Le forme artistiche che si sono sviluppate negli ultimi cento anni sono molteplici e aprono infinite strade, nuove e sorprendenti.
I ragazzi del Laboratorio di Pittura hanno conosciuto l’arte del Surrealismo attraverso le opere di un artista medese Giovanni Della Casa. Artista locale che attraverso le sue opere ha ispirato gli alunni a rivedere in modo personale l’albero, che diventa cuore, e motore pulsante dell’essere umano inserito in una galassia surrealista.

Ingrandisci l'opera >>


Avanguardie

VINCITORE NAZIONALE – Campania

Avanguardie

Scuola Secondaria di I Grado Aldo Moro

San Felice a Cancello, Caserta

Insegnante:
Eva Guida

Classe: 3B

Descrizione: L’arte che tende all’eterno supera ogni tempo. L’uomo è stato sempre ossessionato dall’idea di eternità, attraverso la perfezione estetica nella creazione, ma nel 900 l’artista sembra voler abbandonare questo concetto con ideologie contro l’idea del bello per rinnovarsi attraverso la provocazione. Nonostante le contestazioni sociali su quest’arte degenerata e priva di valori, oggi ancora rivive in rivisitazioni personalizzate, come nel nostro elaborato dal Surrealismo alla Pop art, che accompagnano il vago ricordo del quadro “Il quarto stato” di Pellizza da Volpedo. La scelta può sembrare anacronistica visto che fu completato nel 1901, ma questo gruppo di persone dà meglio l’idea del percorso che la storia visiva da lì a poco farà in 100 anni, dal 1920 ad oggi.

Ingrandisci l'opera >>


LA LEZIONE DI ARTE

VINCITORE NAZIONALE – Emilia-Romagna

La lezione di arte

I.C.7 Luigi Orsini Imola

Imola, Bologna

Insegnante: Paola Vacchi

Classe: 3E

Descrizione: La nostra opera interpreta questo particolare momento storico attraverso la rappresentazione di un grande schermo di computer, durante una lezione di didattica a distanza. Ogni alunno ha realizzato il proprio autoritratto ispirandosi a un diverso artista, scegliendolo fra i movimenti studiati o attraverso ricerche personali. Si spazia dal figurativo all’informale, dalle avanguardie al contemporaneo. Dal mosaico di ritratti prende vita l’opera collettiva: l’incontro tra ragazzi e artisti è sottolineato dall’accostamento dei nomi degli uni ai cognomi degli altri. Si creano così originali account dei partecipanti. C’è un riquadro con videocamera spenta: è l’invisibile presenza del virus, indesiderato compagno di classe che ci ha costretti a periodi di lezioni a distanza.

Ingrandisci l'opera >>


Rinascere con l'arte

VINCITORE NAZIONALE – Trentino-Alto Adige

Rinascere con l’arte

Scuola Secondaria di Primo Grado “Savino Pedrolli”

Trento

Insegnante: Alessandra Tomasi

Classe: 2C-2D-2E

Descrizione: Rinascere con l’arte” è un insieme ininterrotto di tasselli coloratissimi che deriva da una doppia ispirazione. Da una parte le opere di Alighiero Boetti che i ragazzi hanno conosciuto attraverso la DAD la scorsa primavera. Ispirati da lui, hanno creato messaggi colorati per i compagni. La seconda fonte di ispirazione sono gli affreschi rinascimentali nel centro storico di Trento. Attraverso una “caccia ai palazzi”, i ragazzi hanno scovato i segni del Rinascimento in città. Hanno fatto delle foto da discutere in classe, concentrandosi poi su affreschi e decorazioni. Disegni geometrici, richiami ad elementi antichi, forme floreali stilizzate. Ogni ragazzo ha disegnato uno o più motivi decorativi personalizzati sul grande foglio collettivo: ha preso così forma “Rinascere con l’arte”.

Ingrandisci l'opera >>


Abbracci perduti

VINCITORE NAZIONALE – Piemonte

Abbracci perduti

Scuola secondaria primo grado “Gualandi”

Pianezza, Torino

Insegnante: Rosalba Miscioscia

Classe: 1-2-3

Descrizione: Il concorso è diventato strumento per realizzare un elaborato corale per le tre classi. Il lavoro è durato 30h. Ogni classe ha elencato emozioni, azioni rappresentativi di questo periodo particolare. Il tema dell’abbraccio ha unito tutti: la mancanza del contatto di un abbraccio ricevuto o donato, la commozione del ricordo. È stato rielaborato “L’albero della vita” di Klimt. Una figura sola al tempo del covid che con nostalgia, quasi rabbia, osserva un abbraccio. L’abbraccio sullo sfondo genera calore, la sua mancanza freddezza. Tra di loro un albero che brilla, simbolo di vita, di un futuro colorato, migliore. Tutto è contemporaneo: la città (Torino), i vestiti (realizzati con stoffe moderne di recupero), i volti (scelti da riviste), le decorazioni (con materiali di scarto).

Ingrandisci l'opera >>


IL BACIO... NEGATO

VINCITORE NAZIONALE – Puglia

Il bacio… Negato

IC Vito Intini

Monopoli, Bari

Insegnante: Stefania Lippo

Classe: Terze (Plesso V. Sofo)

Descrizione: L’elaborato ha un titolo che rappresenta una delle “restrizioni” che tutti, e in particolare i nostri ragazzi, stanno vivendo in questo periodo difficile. Mancanze importanti, che li segneranno per sempre: il contatto fisico con chi si ama, gli abbracci gioiosi fra loro e ai loro cari, i baci teneri ai nonni, agli zii, e perché no, i primi baci fra loro. Ecco che la scelta è andata subito a un bacio famoso, il Bacio di Klimt. Per esorcizzare tutto ciò, hanno scelto proprio di rappresentare un bacio stretto in un forte abbraccio, mai abbastanza grande. Un inno al desiderio di amore, realizzato a più mani, una realizzazione a cui ognuno ha dato e ricevuto qualcosa, un insieme di speranza e ricerca della normalità, tutto ciò racchiuso in un bacio… ad oggi negato.

Ingrandisci l'opera >>



PREMI REGIONALI:
l'esplosione di colori, di forme, e di idee che trovate in questa lunga lista di scuole Secondarie di Primo Grado premiate, ci fa comprendere quanto l'arte possa essere espressione e veicolo di complessità inespresse. Molti dei lavori sono stati realizzati dai ragazzi singolarmente per essere poi assemblati a formare una grande opera collettiva. Segno di una grande volontà in grado di superare ogni barriera, anche fisica. E la giuria ne ha tenuto conto. Grazie a tutti voi per aver partecipato.


Surrealismo ECO

VINCITORE REGIONALE – Abruzzo

Surrealismo ECO

I.C. Pescara 8

Pescara

Insegnante: Gaudenzio Fecondo

Classe: 3B-3F

Descrizione: Il riferimento alla Chiave dei campi di Magritte è immediato anche se rispetto alla celebre opera apporta una variazione significativa all’elemento surreale. Se nel riferimento surrealista l’immagine visibile attraverso il vetro della finestra resta impressa anche nel vetro rotto che cade, oltre che permanere nella realtà, in quest’opera il vetro porta via tutto ciò che produce inquinamento ambientale, diventando così elemento pulente della natura. Quello che resta visibile è un paesaggio marino restituito alla sua purezza iniziale. Il dipinto è stato realizzato con colori acrilici.

Ingrandisci l'opera >>


"SOSPESI"

VINCITORE REGIONALE – Basilicata

Sospesi

Scuola secondaria di I grado

Pisticci, Matera

Insegnante: Flavia Sgrò

Classe: 3C

Descrizione: Dopo aver studiato e approfondito alcuni artisti del ‘900, in particolare come un evento storico importante possa influenzare gli stessi, gli studenti hanno rappresentato graficamente, all’interno di due sfere, le diverse emozioni vissute a cavallo di questo particolare momento storico. Le sfere rappresentano le emozioni vissute. L’elaborato si conclude con energiche schizzate di colore sulla tela, che esprimono la voglia e la speranza di spazzare via i dubbi e le paure, che ancora permangono, per lasciare spazio alla felicità e alla libertà.

Ingrandisci l'opera >>


L'Arte aleggia nel tempo

VINCITORE REGIONALE – Calabria

L’Arte aleggia nel tempo

I.C. Garibaldi-Buccarelli

Vibo Valentia

Insegnante: Patrizia Crisalli

Classe: 3D

Descrizione: L’opera nasce dall’entusiasmo dei ragazzi che, avendo una visione più ampia dell’Arte, hanno rappresentato ognuno un’opera studiata nel corso dei tre anni, riproducendola non pedissequamente, ma liberamente, dando alcuni una visione completa dell’opera dell’artista scelto, o una parte, o cambiandone i colori. Queste opere sembrano uscire dal “Vaso di Pandora” con la differenza che da questo esce tutto il “bene” artistico del mondo che aleggia, data bellezza, tecniche artistiche, carica comunicativa, nello spazio e nel tempo, perché l’arte è senza tempo e vince su tutto, metaforicamente espressa dall’ala della Nike di Samotracia. Gli alunni hanno realizzato l’opera su carta che, logorata dall’uso, dà il senso del tempo che passa e utilizzato matite e pennarelli.

Ingrandisci l'opera >>


Emozioni a colori

VINCITORE REGIONALE – Campania

Emozioni a colori

Scuola Secondaria di 1° Grado Statale “Angelo Mozzillo”

Afragola, Napoli

Insegnante: Alessandra Pellecchia

Classe: 3E

Descrizione: L’idea progettuale è nata dopo aver discusso e condiviso le emozioni e le paure che hanno caratterizzato la vita di tutti nell’ultimo anno. Gli alunni della classe 3E sono stati i protagonisti in ogni fase del progetto, ideando un lavoro collettivo che potesse essere però realizzato “a distanza”. Attraverso la raffigurazione dei propri ritratti, i ragazzi hanno espresso le emozioni e gli stati d’animo che da tanti mesi sono nascosti dietro una mascherina. Le opere dei grandi artisti dell’arte contemporanea hanno fatto da cornice con i loro colori, i ritmi, i linguaggi, le tecniche, aiutando a raccontare il passaggio tra il difficile periodo vissuto durante la pandemia e l’allegria, la serenità, la libertà che si speri di riacquistare al più presto.

Ingrandisci l'opera >>


Speranza

VINCITORE REGIONALE – Emilia-Romagna

Speranza

I.C. L. Spallanzani

Arceto, Reggio Emilia

Insegnante: Elisabetta Rossi

Classe: 3A-3C

Descrizione: La nostra opera rappresenta il passaggio dalla morte alla vita, dall’orrore allo splendore, dalla rassegnazione alla speranza nel Novecento. Il campo di sterminio di Auschwitz, il treno e la poesia Shemà rappresentano l’Olocausto e la rassegnazione; poi gradualmente, attraverso il treno, passiamo alla speranza, con un paesaggio pieno di gioia e colore caratterizzato dalle opere di Kandinsky e di Picasso, i due artisti del Novecento che abbiamo scelto perchè ci hanno colpito. L’opera Célestine di Picasso è stata rivisitata inserendo una mascherina alla donna, per dare speranza anche nel periodo della pandemia. Abbiamo usato la tecnica del collage con carta anticata tratta da fotocopie di giornali d’epoca; i pastelli ad olio per le parti colorate; il chiaroscuro a matita per la parti scure.

Ingrandisci l'opera >>


Family Power

VINCITORE REGIONALE – Friuli-Venezia Giulia

Family Power

Scuola Secondaria di I Grado Gorizia 1 Ascoli

Gorizia

Insegnante: Barbara Sturmar

Classe: 1C

Descrizione: Ispirandosi alla street art di Banksy, la classe ha voluto riflettere sulla dipendenza che lega i giovani all’uso del telefonino: uno strumento che toglie tutte le energie e manda in rosso la nostra batteria. Solo il potere della famiglia (rappresentato dal palloncino rosso a forma di cuore) aiuta i ragazzi a “ricaricarsi” ed è l’unica vera fonte di amore.

Ingrandisci l'opera >>


La bellezza salva le cose

VINCITORE REGIONALE – Lazio

La bellezza salva le cose

I.C. Pio Fedi

Grotte Santo Stefano, Viterbo

Insegnante: Ornella Mei

Classe: 3A

Descrizione: “Mi è stato insegnato ad affrontare ciò che non posso evitare…non guardare la morte è stupido, perché guardarla, ci fa ritornare alla vita”. Siamo partiti da questa frase di Damien Hirst che affronta un tema difficile e poco toccato dai giovani. Dopo aver studiato la vita dell’artista e le sue opere, che disgustano e scandalizzano, ci siamo concentrati sulle composizioni di farfalle per la magnificenza delle forme e per i colori sfavillanti, anche se sono una strage di insetti! Partendo da questo tema, abbiamo riflettuto che la bellezza vince la morte, purché ci sia uno sguardo capace di coglierla. Hirst si è ispirato alle vetrate delle chiese gotiche, noi ai pavimenti cosmateschi del nostro territorio dove foglie autunnali, fiori staccati ed essiccati creano il nostro capolavoro.

Ingrandisci l'opera >>


I colori dell'anima

VINCITORE REGIONALE – Liguria

I colori dell’anima

Scuola Secondaria di I grado Contubernio D’albertis

Genova

Insegnante: Alessandra Serra

Classe: 3

Descrizione: Gli studenti dell’Istituto, guidati dallo stile dell’artista Jackson Pollock, hanno realizzato pezzi unici riuniti in un’opera collettiva. L’obiettivo è quello di trasmettere le molteplici sfumature degli stati d’animo che cambiano a seconda dell’umore.

Ingrandisci l'opera >>


Ogni muro è una porta - elaborato 2

VINCITORE REGIONALE – Lombardia

Ogni muro è una porta – elaborato 2

Scuola Secondaria di I Grado Marconi

Cinisello Balsamo, Milano

Insegnante: Ermelinda Iervolino

Classe: Prime

Descrizione: Costretti dalla pandemia abbiamo realizzato opere singole, ognuna espressione artistica di famosi artisti ma, comunque, tessere di un unico pannello. Il nostro puzzle non è altro che un pezzo del nostro muro, uno stralcio della nostra vita, espressione della nostra creatività che ci ha permesso di evadere dalla nostra segregazione. Grazie di tutto!

Ingrandisci l'opera >>


Dentro gli occhi

VINCITORE REGIONALE – Marche

Dentro gli occhi

Scuola Secondaria di I Grado Beltrami

Filottrano, Ancona

Insegnante: Marta Mancini

Classe: 3A – 3C – 3D

Descrizione: In questo progetto ogni alunno ha dato una propria personale interpretazione degli occhi: quegli occhi che sbucano dalle mascherine e che, ora più che mai, trasmettono i nostri sentimenti e stati d’animo, diventando fonte inesauribile di comunicazione con gli altri. Oggi i nostri occhi sono il mezzo più immediato per dialogare, per esprimere ciò che sentiamo, per lanciare un messaggio. In questo lavoro collettivo, delle classi 3A, 3C e 3D, abbiamo messo insieme tanti occhi, alcuni inventati dai ragazzi, altri riprodotti osservando le opere famose dei grandi artisti che hanno animato la scena dal 1920 al 2020.
Tanti elaborati diversi e personali in un’unica grande opera per uno sguardo dentro noi stessi e verso ciò che ci circonda.

Ingrandisci l'opera >>


100matitexl’arte=arteal100%

VINCITORE REGIONALE – Piemonte

100matitexl’arte=arteal100%

Scuola Secondaria di I Grado Angelo Brofferio

Asti

Insegnante: Emanuela Gruppo

Classe: 3B/s

Descrizione: 100 matite realizzate con tante tecniche diverse che si ispirano ai grandi artisti dell’ultimo secolo e matite inventate dai ragazzi esplorando opere e artisti per festeggiare con questo semplice ma potentissimo strumento creativo la prorompente inarrestabile forza dell’arte. Buon compleanno con 100 matite come 100 originali candeline!

Ingrandisci l'opera >>


EMOZIONI IN CARTA...PESTA

VINCITORE REGIONALE – Puglia

Emozioni in carta…pesta

Scuola Secondaria di I Grado Stefano da Putignano

Putignano, Bari

Insegnante: Anna Todisco

Classe: 1E – 2A – 2D

Descrizione: Il pannello è realizzato con l’impiego della cartapesta, tecnica presente nel nostro territorio. Il progetto ha dato ampio spazio all’espressione personale, tanto da fare emergere qualità pittoriche e abilità manuali. Con questo pannello abbiamo voluto dare un’immagine a pensieri ed emozioni che in questo periodo pervade tutti. Con le maschere abbiamo voluto denunciare l’inespressività dei nostri volti coperti e schermati. Il volto con l’Urlo di Munch rappresenta quell’urlo che ognuno di noi si augura di poter dare, un urlo liberatorio e di sconfitta per questo virus che ha congelato ogni emozione. Abbiamo voluto creare un’immagine che sia memoria e che consegni alla storia l’emergenza di questi mesi. Le note musicali e le macchie di colore brillanti e luminosi fanno invece ben sperare.

Ingrandisci l'opera >>


(DI)STANZA IN STANZA

VINCITORE REGIONALE – Sicilia

(DI) stanza in stanza

Istituto Comprensivo “De Simone”

Villarosa, Enna

Insegnante: Giuseppina Farina

Classe: 3B-3C

Descrizione: L’elaborazione parte dallo studio della vita e opera di Van Gogh, chiave interpretativa dell’esperienza odierna. Il ridisegno “creativo” de “La camera di Vincent ad Arles” ha fatto riflettere gli studenti sulla distanza fisica, psicologica e sociale dai nostri gruppi di riferimento e come questo può provocare un’esperienza emotiva negativa. Far parte di un gruppo riveste una funzione importante nella formazione dell’identità sociale di ognuno. Così da “(di)stanza” siamo passati a “in stanza” per indicare come ciascuno sia stato solo tra le quattro mura della sua camera, ma allo stesso tempo unito agli altri da una serie di azioni-emozioni, idee di un differente quotidiano che ha accomunato e continua a unire tutti. E quindi la camera di Van Gogh diventa sfondo della nostra quotidianità.

Ingrandisci l'opera >>


L'ArTe è ViTa!

VINCITORE REGIONALE – Toscana

L’ArTe è ViTa!

I.C. Città di Castiglion Fiorentino, Arezzo

Castiglion Fiorentino,

Insegnante: Marcella Maria Lucia Manco

Classe: Classi seconde e terze, sezioni D-E-F

Descrizione: Grazie a questo progetto abbiamo conosciuto molti artisti, diversi tra loro, alle volte strani e bizzarri e abbiamo compreso l’importanza dell’arte nella vita di ogni essere umano. Abbiamo deciso di fissare i volti di alcuni di loro attraverso lo studio del ritratto stilizzato alla maniera dell’artista americano Barry McGee. Abbiamo sperimentato la tecnica del collage, scoperto la magia dell’illusione tridimensionale accostando semplici figure geometriche, ci siamo divertiti con le parole ispirandoci al famoso manifesto di Armando Milani e abbiamo voluto giocare con tutti i colori del mondo guidati dai celebri versi di Cesare Pavese.

Ingrandisci l'opera >>


I DIRITTI DELLE DONNE

VINCITORE REGIONALE – Trentino-Alto Adige

I diritti delle donne

Scuola Secondaria di I Grado F. Halbherr

Rovereto, Trento

Insegnante: Simona Aprile

Classe: 3A

Descrizione: In una prima fase del progetto abbiamo sperimentato diverse tecniche artistiche, riproducendo alcune delle opere più importanti del ‘900. Poi gli allievi hanno scelto di far rivivere la scena de “la rotonda dei bagni di palmieri” di Giovanni Fattori, dando una nuova interpretazione del quadro e del ruolo delle donne che qui vi scorgevano. Hanno così sostituito le protagoniste dell’opera originale con le donne lavoratrici. Per loro queste sono donne-simbolo che rappresentano quei ruoli professionali che le donne sono riuscite a ricoprire con preparazione, fatica e determinazione solo in tempi recenti e nella società attuale. Incarnano il duplice cambiamento avvenuto nel corso del 900: uno nell’arte e uno nella società, ad opera di artisti e donne tenaci.

Ingrandisci l'opera >>


900 fold-double

VINCITORE REGIONALE – Umbria

900 fold-double

Scuola Secondaria di I Grado Dante Alighieri

Città di Castello, Perugia

Insegnante: Alessandra Pirrello

Classe: 2H-3H

Descrizione: La nostra è un’opera che, per come è stata concepita e realizzata, rappresenta la frammentarietà e la molteplicità culturale e artistica che ha caratterizzato tutto il novecento, la molteplicità di forme e di espressioni rende difficile se non impossibile una singola lettura del secolo appena trascorso. Il lavoro è formato da 6 pannelli assemblati in modo da realizzare un’opera pieghevole che una volta aperta mostrerà due facce: due opere che, pur essendo leggibili anche separatamente, concorrono a realizzare un’opera unica da posizionare al centro di un telaio o sospesa ad un soffitto in modo che possa essere osservata sia girandoci intorno che posizionandosi ora da un lato ora dall’altro. Anche il titolo è un gioco di parole da FOLDABLE (pieghevole) che diventa FOLD-DOUBLE”.

Ingrandisci l'opera >>


"Happy"

VINCITORE REGIONALE – Valle d’Aosta

Happy

I.S. Eugenia Martinet

Aosta

Insegnante: Salvatore Cosentino

Classe: 3D

Descrizione: L’opera “Happy” si ispira alla PoP ArT e in particolare alle opere di Roy Lichtenstein. Sorridere, mostrare agli altri di essere felici sempre, semplificare i sentimenti attraverso immagini stereotipate e replicate come le emoji.

Ingrandisci l'opera >>


IL GOAL DELLA SPERANZA

VINCITORE REGIONALE – Veneto

Il goal della speranza

IC3 BRUSTOLON CONEGLIANO

Conegliano, Treviso

Insegnante: Egle Piaser

Classe: 2A

Descrizione: Il lavoro prodotto dagli alunni delle classi 2A entusiasti della conoscenza dell’artista Banksy. Si sono concentrati sulle possibili tematiche da sviluppare per trasmettere un messaggio diretto senza l’utilizzo della parola o spiegazione. Trasmettere un pensiero per far riflette e smuovere l’opinione pubblica per migliorare la qualità di vita. Nel progetto per il murales della classe 2 A è rappresentato un calciatore che scalcia il pallone-Covid mediante la vaccinazione rappresentata dalla primula rossa, la sconfitta viene inflitta dalla volontà dell’essere umano, tutti possiamo diventare eroi.

Ingrandisci l'opera >>